BLOG : Nun se gioca cor foco


Er fatto sarà stato che s'ereno scordato
che, si predichi bene e razzoli male,
prima o poi, sbaji quarche predicato
e te impicci pure a recita' er madrigale.

Così succede che a la camera e ar senato
se ricordeno ch'er fascismo è un gran reato,
solo quanno che vònno mette la musarola
a chi nun li vole crede più su la parola.

Tanto ch'er governo pe' r pubblico decoro,
obbliga e decide de vaccinazioni e de elezioni,
de pensioni, banche, internet e de termosifoni.

C'è chi tira la cinta, chi se sogna un lavoro,
chi se lagna e nun capisce e chi fa er dritto,
e'ntanto 'r governo gioca cor foco e cor diritto.




14 ott. 2017

Sembra che siano diventati molto più importanti i titoli del loro significato.  Certe parole sono diventate sacre e altre diaboliche e su queste convinzioni sbagliate, i governi ci si adagiano comodamente. Lo vediamo nelle strategie di politica e finanza, messe in atto tutti i giorni, per distrarre la gente dai fatti veramente importanti: si lancia un sasso, la gente ne parla e cerca di capire se è stato giusto lanciarlo o se ha colpito veramente il bersaglio oppure se lo ha colpito per sbaglio. 
Contemporaneamente, quasi di nascosto, si concludono affari veramente importanti - i media hanno titoli ben più roboanti da suonare e non vogliono bruciarli troppo presto. Solo pochi se ne rendono conto e se danno l'allarme, spesso, è già troppo tardi. Recentemente è stato ribadito che apologia di fascismo è reato, mentre, a guardare i fatti sembra che mettere in pratica comportamenti tipicamente fascisti sia ancora lecito, basta però stare ben attenti e continuare a condannare, evitando di usare parole pericolose.

Nessun commento:

Posta un commento